Come lavare i cuscini: consigli e raccomandazioni

Come lavare i cuscini

Ogni notte trascorriamo tante ore di sonno con la testa sui nostri cuscini; la pulizia e l’igiene di questi ultimi non vanno trascurati. Ecco come tenerli puliti!

I cuscini sono un accessorio fondamentale per il benessere notturno e la qualità del riposo. Un guanciale di buona fattura, infatti, garantisce un adeguato supporto alla testa ed al collo durante il sonno, evitando che le fasce muscolari siano sottoposte a stress a causa di un’errata postura. C’è però un altro aspetto da non sottovalutare, che può determinare la qualità del riposo: l’igiene. I cuscini sono a stretto contatto con naso, occhi e bocca e, a prescindere dal materiale con il quale sono confezionati, possono diventare ricettacolo di polvere e acari. Ciò rappresenta un problema soprattutto per i soggetti allergici; per questo la pulizia dei cuscini non va sottovalutata e deve essere implementata in maniera adeguata. In questo articolo, vedremo come lavare i cuscini in base ai differenti materiali.

Come lavare i cuscini in lavatrice

Prima di vedere qual è il modo migliore di lavare le differenti tipologie di cuscino, è necessario sciogliere il nodo relativo al lavaggio in lavatrice. Quando è possibile utilizzare questo tipo di soluzione? La risposta dipende dalle indicazioni riportate sull’etichetta dell’articolo: il simbolo della vaschetta indica che il cuscino è idoneo al lavaggio in lavatrice; altrimenti, è necessario lavarlo a secco oppure a mano. Una volta effettuata questa verifica, si può procedere al lavaggio meccanico, utilizzando un detergente delicato e, nel caso dei cuscini in piuma d’oca, cercando di eliminare i residui di polvere e l’aria che tende ad accumularsi all’interno delle federe. La modalità di lavaggio deve essere estremamente delicata, e la temperatura non deve mai superare i 30°. Non rispettando queste precauzioni, si corre il rischio di deformare il cuscino, rendendolo non più utilizzabile. Una volta completato il lavaggio, il guanciale deve asciugare all’aperto, meglio se all’ombra e adagiato su di un supporto orizzontale (uno stendino, ad esempio).

Lavare i cuscini di materiali diversi

Controllare l’etichetta prima di lavare i propri cuscini è la regola fondamentale per rispettare il prodotto (e il materiale con il quale e fabbricato) e ottenere, al contempo, un risultato che garantisca un’adeguata igienizzazione senza rovinarne l’aspetto. Ciò è valido sia perché, da un lato, non tutti i cuscini possono essere lavati in lavatrice sia perché, dall’altro, materiali diversi richiedono trattamenti specifici che, come già sottolineato, sono sempre riportati in etichetta. Di seguito, vediamo come comportarsi con vari tipi di cuscino:

Come lavare i cuscini in lattice

I guanciali in lattice sono inseriti all’interno di una federa con cerniera, così da facilitare le operazioni di rimozione del cuscino. Questo aspetto è molto importante quando ci si chiede come lavare i cuscini in lattice. La risposta è che il cuscino, in sé, non va lavato, perché il lattice non deve bagnarsi. È possibile sottoporre a lavaggio la federa, sia a mano che in lavatrice, attenendosi sempre e comunque alle indicazioni riportate sull’etichetta del prodotto;

Come lavare i cuscini in piuma d’oca

Le piume rappresentano certamente l’opzione più pregiata per l’imbottitura dei cuscini. Al contempo, impongono particolare attenzione al momento del lavaggio, poiché è indispensabile non rovinare il piumaggio interno. Ragion per cui, la prima cosa da fare è assicurarsi che la fodera sia integra; la presenza di tagli, strappi o fori farebbe penetrare l’acqua, rovinando in maniera irreparabile le piume. Fatto ciò, come lavare i cuscini in piuma? Se è possibile ricorrere alla lavatrice, bisogna impostare un lavaggio delicato a bassa temperatura (massimo 30°) e, preferibilmente, attivando un programma antipiega. In alternativa, si può ricorrere al lavaggio a secco.

Come lavare i cuscini in memory foam

Anche in questo caso, non si può prescindere dalle indicazioni  che sono riportate sull’etichetta, dal momento che non tutti i cuscini in foam possono essere lavati (o trattati con il medesimo procedimento); in genere, quelli di vecchia generazione non consentono un vero e proprio lavaggio e, pertanto, vanno lasciati un po’ all’aria aperta per evitare che si formino cattivi odori. La questione su come lavare i cuscini in memory, quindi, riguarda soltanto quelli lavabili: se questi possono essere messi in lavatrice, è sufficiente seguire le stesse indicazioni valide per altre tipologie di guanciale. Il lavaggio deve essere delicato ed effettuato a temperature non superiori ai 30° adoperando un detergente delicato. Se, invece, si opta per un lavaggio a mano, si può lavare il cuscino con acqua fredda e aceto; un mix di sapone detergente delicato e percarbonato di sodio è utile per rimuovere macchie giallastre dal cuscino. 

Come lavare i cuscini in gommapiuma

Questo tipo di cuscino va trattato come quelli in lattice; l’imbottitura in gommapiuma non può essere sottoposta a lavaggio ad acqua, perché non deve bagnarsi. È possibile, ad ogni modo, rimuovere residui di polvere o sporco con un piccolo aspirapolvere, oppure trattare localmente le macchie con una spugna umida. La fodera, invece, può essere lavata in lavatrice, seguendo le indicazioni specifiche che si trovano sull’etichetta. 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *